Alessandra Busacca

Alessandra Busacca

Laureata in Lettere Classiche e attualmente studentessa magistrale di Editoria, culture della comunicazione e della moda. Nata a Milano nel 1993. Mi interesso di arte e letteratura, amo la pittura, il cinema, la danza e la parola scritta.

La moda è un fenomeno sociale e culturale complesso

19 aprile 2017

Quando Fendi, la nota casa di moda italiana, scelse la Fontana di Trevi come passerella per le sue modelle, Roma acconsentì. Quando Gucci chiese a Londra il permesso di sfilare nel

L’anima errante

9 febbraio 2017

A Parigi, gli scritti degli artisti del passato finiscono sovente tra le lenzuola, librerie improvvisate su canapè sgualciti. I libri a Parigi sono dappertutto. Così, ho letto André

L’utilità dell’inutile

8 gennaio 2017

"Rivoli 59", Paris Théophile Gautier, critico letterario, poeta e scrittore francese, scrisse: « En général, dès qu’une chose devient utile, elle cesse d’être belle. Elle entre

L’improbabile cigno nero

30 maggio 2016

Prima della scoperta dell’Australia gli abitanti del Vecchio Mondo erano convinti che tutti i cigni fossero bianchi: una convinzione inconfutabile, poiché sembrava pienamente confermata

Spettro visibile

18 febbraio 2016

Isaac Newton e Goethe furono i primi, dopo Bacone, a interessarsi scientificamente e artisticamente al colore. Così com’è percepito dall’occhio umano, esso corrisponde a quella parte

Valéry, Cassandra d’Europa

18 gennaio 2016

Quando Paul Valéry scrisse, su richiesta dello scrittore John Middleton Murry, due lettere sulla crisi del pensiero non credeva certo alla loro portata profetica e sicuramente non se lo

La tela che uccide

18 novembre 2015

Tutti conoscono Eracle, l’eroe asceso alla sfera divina dopo la morte. Ma quanti sanno come morì? Un oracolo di Zeus profetizzava che nessun vivente sarebbe riuscito ad ucciderlo. Eppure

“Loro sono atei?”

15 ottobre 2015

La casa editrice Einaudi nel 1967 dà alle stampe la prima edizione mondiale di Il maestro e Margherita di Michail Bulgakov. Nella sezione introduttiva, l’editore pubblica anche due note

Imago Mortis

6 settembre 2015

In latino la parola imago (=immagine) significava anche spettro, ombra; le imagines erano le maschere di cera che indossavano i parenti del defunto durante le manifestazioni funebri.